Mariangela Martino

| Biografia |

| Spettacoli |Spettacoli.html
| Teatro Ragazzi e Laboratori |Teatro.html
| Contatti e Newsletter |Contatti.html
| Gallery |Gallery.html
| Home |Home.html

Ma io continuavo a sognare le dive in bianco e nero e allora, alla fine, ci sono andata a studiare canto e anche adesso sono qui a fare i vocalizzi (le mie insegnanti? Jasmine Labianco  e Dorotea Mele ). Il mio repertorio va dagli anni Venti agli anni Settanta. Alcuni brani sono  struggenti come quelle interminabili sigarette, altri esuberanti come si addice ad una canzonettista di avanspettacolo.


Su Rai Yoyo sono stata la protagonista femminile (Zia Zitta) de “La casa che suona”, un divertentissimo programma dedicato ai bambini, dove ho ritrovato musica e recitazione, ancora una volta, indissolubilmente legate.

Per Filmstudio90 (Varese) ho inventato “IL POSTO DELLE FAVOLE”, una suggestiva narrazione di fiabe prima della rassegna cinematografica rivolta ai bimbi. Il posto delle favole è diventato anche l'identità ufficiale che contraddistingue i miei spettacoli di teatro ragazzi!


La scuola? Ho fatto il liceo classico e poi l'università: sono laureata in Economia e Commercio.


Oggi recito, canto, studio teatrodanza, insegno educazione musicale e teatrale, porto in scena i miei spettacoli e... naturalmente continuo a sognare le dive degli Anni Quaranta.


IL MIO CV

...ho sempre sognato le tavole del palcoscenico e le pellicole in bianco e nero... Da piccola giravo per casa con il mio mangiadischi rosso e i 45 giri graffiati, sognando le dive degli anni '40, quelle che cantano e recitano in film dove tutti i personaggi fumano interminabili e struggenti sigarette; sognavo il Cafè Chantant e le “Luci della ribalta” , sognavo …


...Ma ero stonatissima! Così la mia mamma mi ha fatto studiare pianoforte per 6 anni (le mie insegnanti? Silvia Bianchetti e Marilena Solavagione).


Solo che io continuavo a sognare le dive degli anni '40, così ho lasciato il pianoforte e sono andata a scuola di teatro: Giovanni Moleri  (Teatro dell'Aleph), Daniele Braiucca (Teatro Elidan), Federico Grassi e Pierpaolo Sepe  hanno riempito la mia valigia d'attrice.


Le principali compagnie con cui ho lavorato: Quinte di Carta, Kor, Teatro della Memoria, Teatro d'Emergenza e Musicamorfosi.


Agli artisti con cui ho collaborato - fra cui attrici, ovviamente, ma anche , coreografe, musicisti e registi - ho “rubato” qualcosa per la mia valigia (Silvia Sartorio, Elena Varesi,Gio Rossi, Roberto Zanisi,Arsene Duevi, Luca Spadaro, Stefano Fiorentino, Ramona Fasulo) e alcuni di loro mi accompagnano tutt'oggi in diversi spettacoli .